Le Feste sono finite ed è ora di rimettersi in forma. Siamo sicuri che l’esercizio fisico ci farà dimagrire?

Le Feste sono finite ed è ora di rimettersi in forma. Siamo sicuri che l’esercizio fisico ci farà dimagrire?

E si cari amici, dal titolo si capisce benissimo quale sarà l’argomento che andiamo a trattare oggi.

Le feste natalizie sono finte e allora vai di allenamenti. Corsa, workout a corpo libero, sessioni di pesi ecc. Tutto nella speranza che questo ci faccia dimagrire. A volte pero, ci prefiggiamo delle aspettative troppo alte.

Bisognerebbe allenarsi per tenersi in una buona forma fisica non per cercare di perdere quei chili in più accumulati durante le feste o ancor peggio in anni di pigrizia e sgarri alimentari.

Studi dimostrano che, la chiave del dimagrimento, si trova in diversi fattori. L’allenamento, anche se rientra in uno di questi, lo influenza minimamente. Il primo fattore è sicuramente la dieta.

In uno studio inglese basato su due gruppi di persone, si sono fatte delle scoperte interessanti. Il primo gruppo è stato oggetto di una restrizione calorica in termini di dieta. Nel secondo gruppo è stato applicato lo stesso defict calorico in termini di esercizio fisico. Il gruppo che ha praticato una dieta costante ha perso molto più peso (sotto forma di massa grassa) rispetto al gruppo dell’allenamento.

Un altro studio interessante, il TwinsUK, ha analizzato due gruppi di gemelli. Il primo gruppo ha praticato attività fisica regolarmente; il secondo ha adottato uno stile di vita sedentario. I risultati sono stati che chi ha praticato attività fisica regolarmente pesava solo 1-2 chili in meno degli altri. Questi dati ci fanno notare come i fattori genetici prestabiliti dalla natura hanno molta più incidenza nel dimagrimento rispetto all’attività fisica.

Ripartiamo dal nostro ragionamento iniziale chiedendoci: “cosa ci ha fatto ingrassare durante le festività? L’eccesso di calorie assunte. Cosa ci farà dimagrire? Di certo, non correre da una parte all’altra della città. La soluzione è quella di ridurre le calorie introdotte.

Il concetto Muoversi = dimagrire è un equivoco probabilmente nato dopo i diversi studi degli anni 60 in cui si dimostrava che 1 kg  di grasso corporeo equivalesse a poco più di 7000Kcal. Da qui è derivata l’errata convinzione che fare esercizio tutti i giorni avendo un dispendio calorico di 500/600 Kcal ci fa perdere almeno mezzo chilo a settimana. Se questo fosse vero nessuno avrebbe problemi di peso (o almeno tutti quelli che praticano attività fisica regolare).

La realtà è molto diversa. Ci sono diversi motivi per cui l’attività fisica non ci fa perdere tutto i chili che vorremmo.

La maggior parte del nostro dispendio energetico è definito dalla nostra genetica. Questo parametro è difficile da cambiare poiché circa il 70% di esso riguarda il metabolismo basale, cioè l’energia bruciata dalle cellule ed utilizzata per restare in vita, un'altra piccola percentuale serve per la digestione del cibo (specialmente delle proteine).

All’attività fisica rimane soltanto il 20% dell’energia tra cui  movimenti quotidiani come camminare, sedersi, alzarsi, scendere e salire le scale ecc.

In definitiva l’attività fisica derivante dall’allenamento influisce solo sul restante 20%.

Un'altra considerazione da fare è che il corpo ci spinge a mangiare di più dopo l’esercizio fisico per accelerare i processi di recupero dello stress che ho ricevuto durante l’allenamento. Inoltre non tutta l’attività fisica praticata ha gli stessi risultati in termini di dispendio energetico. Per evitare ciò il nostro corpo dovrebbe ricevere stimoli ad alta intensità allenante e la maggior parte delle persone non lo fa. Diversi studi dimostrano che i lavori ad alta intensità fatti con i sovraccarichi [Thomton], [Melby], sono più utili perché stimolano il nostro metabolismo per diverse ore dopo l’allenamento, rispetto a una corsa che, anche se impegnativa, richiede un impegno metabolico minore nella fase recovery.

 

Un errore comune che si fa spesso è quello di sovrastimare la quantità di energia bruciata e sottostimare la quantità di cibo consumato in seguito. Ad esempio quando diciamo: “Oggi mi sono allenato/a quindi merito un bel piatto di pasta in più!”.

 

Adesso veniamo alle buone notizie. Anche se fare attività fisica in quantità adeguate ci aiuta ben poco a perdere peso, l’esercizio ha un valore inestimabile per risolvere molti altri problemi comuni. Lo diceva anche il più grande medico mai esistito Ippocrate: mens sana in corpore sano.

 

L’esercizio fisico rende più efficiente il metabolismo dell’insulina, assorbendo lo zucchero nei muscoli e riducendo il rischio di diabete. È inoltre dimostrato che, praticare regolarmente attività fisica sotto forma di sforzi brevi e intensi (quindi lavori sulla frequenza cardiaca), riduce il rischio di malattie cardiovascolari e ipertensione, inoltre si abbassano i livelli di grasso nel sangue.

 

E in ultimo ma non per ultimo c’è l’aspetto psicologico di chi si allena regolarmente. L’esercizio fisico aiuta a prevenire la depressione tanto quanto altre terapie, riduce la demenza senile e, secondo alcuni studi, potrebbe  persino aiutare a contrastare la schizofrenia.

 

In conclusione, la perdita di peso è scarsamente influenzata dall’esercizio. Per dimagrire bisogna mangiare di meno e curare di più le scelte alimentari prediligendo cibi in linea con il nostro metabolismo. Se volete davvero rimediare agli “errori “ fatti in queste feste diminuite la quantità di cibo ingerito ed aumentate gli allenamenti. Questa è sicuramente l’accoppiata vincente suggerita dal nostro Staff di esperti Morphosys Supplement.

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE, ANCHE DI TERZE PARTI. CHIUDENDO IL BANNER, SCORRENDO LA PAGINA O CLICCANDO QUALUNQUE ELEMENTO ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER SELEZIONARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA COOKIE POLICY.